Stalking

Da un punto di vista etimologico il termine stalking significa "fare la posta" alla preda; ad esempio se un ex, uomo o donna, cerca con i suoi comportamenti assillanti di riprendere una relazione non più desiderata attraverso telefonale, sms, pedinamenti, minacce, percosse, lesioni, provocando uno stato di ansia o di paura tali da ingenerare un fondato timore per la propria incolumità o per quella di un caro, o comunque il cambiamento delle proprie abitudini di vita.

Lo stalking è un delitto contro la libertà morale, doloso, che punisce con la reclusione da 6 mesi a 4 anni le «condotte reiterate» di minaccia o molestia che ingenerano nella persona offesa «un perdurante e grave stato di ansia o paura».

Dinanzi all'allarmante crescita di episodi collegati alla violenza sessuale, il Legislatore è intervenuto con il Decreto Legislativo n.11 del 23/02/2009 recante "Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori".

La legge stabilisce che è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita. La pena è aumentata se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da persona che sia stata legata da relazione affettiva alla persona offesa. La pena è aumentata fino alla metà se il fatto è commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilità di cui all'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n.104, ovvero con armi o da persona travisata. Il legislatore ha perseguito un duplice interesse: da un lato contrastare la protrazione di atti persecutori lesivi dell'altrui sfera di libertà e, nel contempo, impedire che gli atti incriminati potessero degenerare nella morte della persona offesa.

Per approfondire il tema leggi qui