News

La vie en rose: dalla parte delle donne e dei giovani per il lavoro

Il giorno 05 marzo a partire dalle ore 9.30 si terrà, contemporaneamente in tre città italiane - Modena, Roma e Bari – un evento nazionale  formativo e informativo "La Vie en rose: dalla parte delle donne e dei giovani per il lavoro", promosso e organizzato dalla Consigliera Nazionale di Parità, dal Ministero del Lavoro, dall'Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro, dalla Consigliera regionale di Parità in collaborazione con Regione Puglia e Università degli Studi di Bari. 

La manifestazione, che avrà luogo nella Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Bari, in Piazza Cesare Battisti, 1, prevede sia momenti di approfondimento che spazi informativi su temi di interesse per giovani, donne e uomini ancora in formazione, per donne occupate, inoccupate e in cerca di occupazione. Il focus quest'anno è il LAVORO.

Durante la mattina sarà possibile partecipare ai workshop tenuti dallo staff tecnico degli Enti e delle Istituzioni coinvolte: Consigliere di parità, Università Aldo Moro, Direzione Regionale del Lavoro, Agenzie per il Lavoro, EURES, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Bari, Assessorati Regionali, per ottenere informazioni sulle opportunità offerte da misure ed incentivi europei, nazionali e regionali per il lavoro e per la conciliazione.

L'iniziativa prosegue, a livello regionale, il pomeriggio dalle ore 15.30 con la tavola rotonda "DONNE LAVORO CONCILIAZIONE - Le Politiche della Regione Puglia". Presenti all'incontro del pomeriggio gli Assessori alle Politiche giovanili, allo Sviluppo economico, alla Formazione professionale, alle Politiche del  Lavoro e al Welfare, per un approfondimento sulle strategie in atto e future.

PROGRAMMA DELLA MATTINA

10.00 Consigliere di Parità: “Chi siamo a livello nazionale e cosa stiamo facendo con i progetti sui vari territori per le donne e i giovani

10.15 Ispettori del Lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: “Il lavoro irregolare se lo conosci lo eviti, così come le discriminazioni salariali

10.30 Consulenti del Lavoro: “Che tipo di contratto?”10.45 Esperto di Imprenditoria: “Come creare nuove Imprese e lavorare in proprio

11.00 Università: Prof. G. Tanucci: “Placement- Orientamento ed inserimento al
lavoro”

11.15 Regione Puglia: “Incentivi per giovani e donne

  • Andrea Vernaleone - Puglia Sviluppo: “Bandi Microcredito e NIDI (nuove Idee d’Impresa)
  • Annibale D’Elia – Assessorato Politiche giovanili: “Il Piano Tutti i giovani sono una risorsa
  • Elena Pietanza – Assessorato Politiche del Lavoro: “Tirocini formativi
  • Assessorato alla Formazione: Borse di ricerca, Ritorno al Futuro, Piccoli Sussidi.

12.15 Servizi per l’Impiego o Agenzie per il Lavoro: “Come affrontare il Colloquio di lavoro. Come cercare lavoro, Come scrivere un C.V. vincente


Centro per l’impiego di Bari: “I servizi per l’inserimento lavorativo e ricollocazione professionale

Le parole non bastano più: il 28 febbraio arriva a Bari il tour Intervita per dire Basta alla violenza sulle donne

Undicesima tappa Bari, venerdì 28 febbraio, per il doppio appuntamento con “Le parole non bastano più” la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi di Intervita Onlus. In Puglia, quasi 1 donna su 3 ha subìto violenza fisica o sessuale. E ancora, 6 su 10 sono state minacciate, spinte, afferrate con violenza e schiaffeggiate. Accanto agli inaccettabili ed inestimabili costi umani di questo vero e proprio bollettino di guerra, la sola regione Puglia  sostiene costi allarmanti in termini economici.

 

Dal 14 febbraio all’8 marzo Intervita Onlus porta in 14 città italiane un tour che dà voce, per la prima volta in Italia, alle donne vittime di violenza e incontra le Istituzioni locali e le realtà che operano sul territorio per confrontare le pratiche di intervento messe in atto fino ad oggi e ragionare su misure concrete per le azioni future.

 

La mattina, il workshop "Quali investimenti per le strategie di contrasto alla violenza sulle donne", con il Patrocinio del Comune di Bari - Assessorato al Welfare e con il supporto organizzativo del Consorzio Meridia, a partire dalle ore 9.00 presso la Sala Consiliare - Palazzo Di Città, Corso Vittorio Emanuele II, 84 dedicato agli addetti ai lavori e alle Istituzioni locali vede la partecipazione di:

 

  • Michele Emiliano, Sindaco del Comune di Bari
  • Ludovico Abbaticchio Assessore Welfare Comune di Bari
  • Elena Gentile Assessore Welfare Regione Puglia
  • Silvana Melli Direttore Sanitario ASL Bari
  • Francesca Zampano, Dirigente Servizio Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità Regione Puglia
  • Maria Pia Vigilante Presidente Associazione Giraffa
  • Anna Campioto Ufficio di piano Ass.to al Welfare Comune di Bari
  • Ettore Cardinali Presidente ANM (Associazione Nazionale Magistrati
  • Serenella Molendini Consigliera di Parità Regione Pugli
  • Vera Guelfi Segretario UIL Puglia – Sindacato UIL

Il pomeriggio, a partire dalle 18.00 in piazza del Ferrarese un suggestivo evento di sensibilizzazione per coinvolgere emotivamente i cittadini sul tema della violenza sulle donne. Un evento coinvolgente e multisensoriale, dove la voce è protagonista per coinvolgere spettatori e passanti in un mondo fatto di urla, minacce e botte che le donne vittime di violenza - e spesso i loro bambini – vivono quotidianamente. La violenza domestica per un giorno occupa le vie delle città, diventando qualcosa di pubblico, impossibile da ignorare.

Aiutare le donne in difficoltà e farle sentire al sicuro è l’obiettivo della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Le parole non bastano più” di Intervita Onlus. Dal 20 febbraio al 10 marzo, Sostenere Intervita si può, con 2 euro mandando un sms o chiamando da rete fissa al numero solidale 45508 dal 20 febbraio al 10 marzo2014.

La campagna LE PAROLE NON BASTANO PIU’ e il progetto SOStegno Donna hanno ricevuto il sostegno di UBI BANCA.

Martedì 18 febbraio per Visioni di genere, Persepolis di Marjane Satrapi

Martedì 18 febbraio alle 18.00 in Mediateca regionale pugliese (Via Zanardelli 30) ultimo appuntamento con la rassegna Visioni di genere con Persepolis di Marjane Satrapi. Il film, candidato all'Oscar e vincitore del Premio della Giuria al festival di Cannes nel 2007 parla di donne, stereotipi e diritti.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Visioni di genere #violenza identità diritti stereotipi lavoro è una rassegna sull'immaginario femminile organizzata dall'Assessorato al Welfare del Comune di Bari, a cura del Centro Antiviolenza la Luna nel pozzo in collaborazione con la Mediateca regionale.

La trama del film 
Teheran, 1978: Marjane, otto anni, sogna di essere un profeta che salverà il mondo. Educata da genitori molto moderni e particolarmente legata a sua nonna, segue con trepidazione gli avvenimenti che porteranno alla Rivoluzione e provocheranno la caduta dello Scià. Con l'instaurazione della Repubblica islamica inizia il periodo dei "pasdaran" che controllano i comportamenti e i costumi dei cittadini. Marjane, che deve portare il velo, diventa rivoluzionaria. La guerra contro l'Iraq provoca bombardamenti, privazioni e la sparizione di parenti. La repressione interna diventa ogni giorno più dura e i genitori di Marjane decidono di mandarla a studiare in Austria per proteggerla. A Vienna, Marjane vive a 14 anni la sua seconda "rivoluzione": l'adolescenza, la libertà, l'amore ma anche l'esilio, la solitudine, la diversità. 

Revolutionary road di Sam Mendes, martedì 4 febbraio per Visioni di genere

Ultimo appuntamento con la rassegna VISIONI DI GENERE e con il film Revolutionary road di Sam Mendes (2008) con Leonardo Di Caprio e Kate Winslet martedì 4 marzo alle 18.00 in Mediateca regionale pugliese (Via Zanardelli 30). Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Il tema che si affronterà questa volte è l'incomunicabilità nelle relazioni di coppia.

Visioni di genere #violenza identità diritti stereotipi lavoro è una rassegna sull'immaginario femminile organizzata dall'Assessorato al Welfare del Comune di Bari, a cura del Centro Antiviolenza la Luna nel pozzo in collaborazione con la Mediateca regionale.

La trama del film 
Revolutionary Hill, 1955. Frank e April Wheeler sono una giovane coppia middle class che coltiva noia e anticonformismo in un sobborgo benestante (e benpensante) di New York. April partecipa con modesti risultati alle recite della filodrammatica locale e Frank indugia in un lavoro ordinario in attesa di "trovare la sua strada" e il suo essere straordinario. Belli e colti, intelligenti e sofisticati, i Wheeler sono ammirati dai più ovvi vicini di casa e da un'inopportuna agente immobiliare. Nel privato, invece, la coppia prova a resistere all'amore finito e ai silenzi infiniti, alle notti bianche e ai bicchieri pieni. Frank inizia una squallida liaison impiegatizia, April si inventa una vita a Parigi, dove vorrebbe trasferire la sua famiglia e la sua inquietudine. L'idea romantica della fuga riaccende la passione nel talamo e la fiducia nel futuro ma la "rivoluzione" cova sulla Revolutionary road. 

Safer internet day 2014

Oggi si celebra l'undicesima edizione del Safer internet day, la giornata dedicata all'uso sicuro e responsabile della Rete, con campagne di sensibilizzazione, convegni, incontri e molti altri eventi. Il tema di quest'anno, Costruiamo insieme una rete migliore, è un invito rivolto alle nuove generazioni, agli insegnanti, ai genitori, alle istituzioni e alle aziende ad assumere la responsabilità di promuovere un uso positivo dei nuovi media e a contribuire a rendere il web un luogo sicuro per tutti, in particolare per i ragazzi e le ragazze.

La giornata è stata istituita nel 2004 dalla Commissione europea nell'ambito del Safer internet programme ed è organizzata dal network di Insafe per diffondere un uso più sicuro e responsabile dei nuovi media tra i più giovani.


Internet e social network sono potenti strumenti di comunicazione e fanno ormai parte della vita quotidiana delle nuove generazioni, che non sempre, però, hanno piena consapevolezza dei problemi e dei rischi che possono nascondersi nella Rete. Uno stimolo a riflettere sul tema arriva proprio dagli eventi promossi da istituzioni, scuole, associazioni e altre realtà in occasione della giornata.

Per informazioni www.minori.it